Fiorella, il concerto perduto e i pidocchi. De Magistris e il M5s s’arrampicano sulla Mannoia, che spruzza il Ddt

29 Dic
Ha allusivamente straparlato, l’indomani ha precisato, e ovviamente ha poi concluso: “Penso che questa faccenda abbia assunto delle dimensioni esagerate. In fondo sono solo una cantante. Non mi piace che attraverso questa vicenda si faccia campagna elettorale con il mio...
Read more »

Corruzioni. Le ‘Note azzurre’ manipolate da Giorgio Dell’Arti. Carlo Dossi, con una nota di Alberto Arbasino.

23 Dic
Un Longanesi dell’Ottocento (o forse un Flaiano, come dice Alberto Arbasino nell’introduzione), ma sboccato e improvvisamente profetico, spiritoso e poi profondo, con Vittorio Emanuele II al posto di Mussolini e Manzoni al posto di Moravia. E ogni nome del passato...
Read more »

A tu per tu con il martirio di Forza Italia. La linea Confalonieri e le parole di Del Debbio. Come non farsi spolpare

18 Dic
Mentre il Pd e il M5S eleggevano i giudici della Corte costituzionale escludendo Forza Italia, mentre Renato Brunetta si faceva esplodere a Montecitorio e Matteo Renzi lo usava come fogliolina di fico, a Palazzo Grazioli Silvio Berlusconi faceva spallucce e...
Read more »

Sposetti ci spiega in che senso il Pd è diventato un’agenzia di viaggi. “Se il Pd fosse un’azienda di cui studiare i conti, si scoprirebbe che non c’è più nulla”. Dai vecchi leader fino a Renzi

10 Dic
Roma. “Vogliono il partito, discutono del doppio incarico di Renzi, vorrebbero che lui lasciasse la segreteria… Mi sembrano fuori dal mondo. Ho letto Violante, ho letto Massimo Salvadori su Repubblica, ho sentito le cose che dice Cuperlo, so quello che...
Read more »

Quanto pesano nel Pd le sinistre che alla Leopolda oggi si sentono a casa. Orfini, Orlando, Martina, la strada per un correntone del Pd e i nuovi equilibri cercati da Renzi (anche in Cdm)

9 Dic
Roma. Appena il suo ministro della Giustizia e capo della corrente dei “giovani turchi” Andrea Orlando prende la parola, e a margine di una riunione del Consiglio dei ministri si abbandona al discorso “politico” e dunque costeggia la dolorosa questione...
Read more »

Le Pen di Salvini. Gioisce per il voto francese, ma la sua Lega non può essere un Fronte nazionale. Ecco perché

8 Dic
Roma. Matteo Salvini assomiglia a Marine Le Pen, ai suoi eleganti tailleur neri, al suo francese alto e rassicurante, al suo movimento patriottico che si chiama Fronte nazionale e non Lega nord, alla sua squadra composta da “énarques”, cioè dal...
Read more »

I paradossi dell’antimafia che giudica la sua immagine allo specchio

5 Dic
Roma. Formalizzata nel 1963 e costituita tra mille difficoltà, scetticismi e torbide resistenze in un periodo storico in cui in Italia si maneggiava davvero e senza cautela il famoso “la mafia non esiste”, la Commissione parlamentare antimafia, composta da venticinque...
Read more »