Angelino Alfano, una creatura di Ionesco: manganella ma sta con gli operai

31 Ott
Pubblicato sul Foglio. Dice: “Voglio esprimere la mia personale solidarietà ai lavoratori dell’Ast e al personale della polizia di stato”. Dunque solidarizza contemporaneamente con il manganello e pure con il bernoccolo, difende la polizia ma anche gli operai, sostiene che...
Read more »

Il Cavalier fantasioso e la gioiosa macchina d’amor

24 Ott
Pubblicato sul Foglio. Se c’è un problema politico, lui ci mescola dentro un po’ di privato. Ma quando si accorge che c’è troppo privato, allora torna ad aggiungere la politica, in un gioco di miscele ubriacanti per chiunque, tranne che...
Read more »

La raccolta indifferenziata di Salvini, post leghista nero Mima Bossi, vola a Pyongyang, ama Putin, raccoglie fasci e rutta a 5 stelle

21 Ott
Pubblicato sul Foglio. La domenica va persino ad Arcore in gran segreto perché evidentemente mima il grande capo, i gesti e i riti che furono potere vero, governo nazionale e amministrazione locale, ministeri romani e nativismo settentrionale, folclore e potenza,...
Read more »

La destra che non c’è Il Cav. fece senatori molti cavalli, ma non c’erano alternative. Prospettiva opaca, ma c’è il lascito paradossale e vitale del “renzismo”, senza di lui impossibile

18 Ott
Pubblicato sul Foglio. L’immagine è all’incirca questa: un castello torvo e silente con il ponte sollevato, la bandiera di Forza Italia afflosciata sull’asta. Silvio Berlusconi ci si è arroccato dentro con Francesca e la corte, sopravvivono illuminati dal blasone, dal...
Read more »

La gaia scienza del Cav. Luxuria al Castello di Arcore e il partito svenuto. Sorride Confalonieri, che la sa lunga: Berlusconi gay friendly? “Forse è Alcibiade, forse Gide… o è la Francesca”

15 Ott
Pubblicato sul Foglio. Silvio Berlusconi cena con Vladimir Luxuria ad Arcore, Francesca Pascale li consegna e si consegna a un selfie con il barboncino Dudù (“incredibilmente somigliante a Gianni Alemanno”, tuìtta Edoardo Camurri), e tutto questo balletto così improbabile, come...
Read more »

L’orso di Bologna, Beppe Caschetto, il re Mida della tv che tra Fazio e Saviano preferisce impastare il pane

9 Ott
Pubblicato sul Foglio. Poiché vive la sua professione con singolare consapevolezza (“esiste il successo senza il talento”), parla del mondo dello spettacolo, della televisione e del cinema, e insomma del cosmo che gli ha regalato un’indiscutibile agiatezza, e lo fa...
Read more »